Martedì, 11 Maggio 2021

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Prescrizione ridotta a due anni sulle bollette del gas

21 novembre 2018   

L`Autorità per l`energia (ARERA) ha attuato, con Deliberazione 569/2018 (e relativo Allegato A), la disposizione della Legge di Bilancio 2018 (art 1 comma L. 205/2017) che prevede che qualora vi siano importi riferiti a consumi risalenti a più di due anni, si potrà eccepire la prescrizione.

Pertanto, dopo l`attuazione della prescrizione biennale per il settore elettrico avvenuta dal 1° marzo 2018, a partire dal 1° gennaio 2019, la prescrizione si applicherà anche alle fatture per l`acquisto di gas.

La Delibera conferma l`applicazione della nuova disciplina anche nel caso delle utenze non domestiche. Restano escluse le imprese che consumano più di 200.000 mc/anno e quelle imprese cosiddette "multi-sito" (es: imprese con filiali) in cui almeno un punto di prelievo (PDR) presenta consumi eccedenti i 200.000 mc/anno.

L`Autorità, per una maggiore trasparenza sugli importi prescrittibili e per rendere più facile per il cliente esercitare il proprio diritto, ha imposto di evidenziare in maniera chiara e comprensibile gli importi prescrittibili ovvero risalenti a consumi risalenti a più di 2 anni. In aggiunta dovrà essere predisposto dai fornitori di energia un apposito modulo per consentire al cliente di presentare apposito reclamo. Il reclamo è fondamentale in quanto unico modo per non pagare gli importi non dovuti.

Il venditore potrà scegliere se emettere una fattura separata contenente esclusivamente gli importi per consumi risalenti a più di 2 anni o in alternativa, in un`unica fattura evidenziare gli importi prescrittibili.

L`Autorità ha previsto che laddove vi sia un addebito diretto (domiciliazione bancaria o carta di credito) gli importi oggetto di conguaglio non siano conteggiati e quindi prelevati dall`utente.

Occorre evidenziare che, in talune fattispecie, il venditore potrà presumere che la responsabilità del conguaglio sia attribuibile al cliente finale (es: caso contatore non accessibile). In tal caso lo dovrà scrivere nella fattura e spetterà al Cliente finale reclamare per eventuali contenziosi in merito all`accertamento delle responsabilità.

La Delibera prevede, con riferimento alle fatture per forniture di gas emesse prima dell`1° gennaio 2019, con scadenza successiva a tale data, per importi riferiti a consumi risalenti a più di due anni, che il venditore sia tenuto a informare il cliente, contestualmente all`emissione della fattura e comunque almeno 10 giorni in anticipo rispetto alla scadenza dei termini di pagamento, utilizzando uno o più canali di comunicazione idonei a garantire completezza e trasparenza circa la possibilità di eccepire la prescrizione.

Si ricorda che le medesime norme sono valide anche per il settore elettrico, solo per le utenze alimentate in bassa tensione.

Condividi questa pagina: 
Immagine

Seguici su

         

Io acquisto sotto casa

Emergenza Coronavirus

Sistema Confcommercio Cosenza

 

 

Orari di apertura

I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì:
   - Mattina: 8:30 - 13:00
   - Pomeriggio: 15:00 - 18:30