Lunedì, 18 Ottobre 2021

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Nel weekend previsti 7 milioni di italiani in viaggio

31 ottobre 2013   

 

Saranno circa sette milioni gli italiani in viaggio nei prossimi giorni che trascorreranno almeno una notte fuori casa, rispetto ai 6,9 milioni del 2012.

Questo numero equivale a un +1,7% della popolazione rispetto allo stesso periodo del 2012.

I dati sul ponte di Ognissanti arrivano da Federalberghi, secondo la quale il 90% degli italiani (rispetto all`87,5% del 2012) rimarra` in Italia, mentre l`8,7% come nel 2012 andra` all`estero.

Da tutto questo, si creera` un giro di affari che si attestera` intorno a 1,74 miliardi di euro rispetto all`1,71 miliardi del 2012, per un +1,4%. 

"Anche se il numero degli italiani e degli stranieri che andra` in vacanza per il ponte del 1 novembre potrebbe far segnare un`impercettibile risalita - sottolinea il presidente di Federalberghi Bernabo` Bocca - prevediamo un calo della quota di coloro che soggiorneranno in albergo, agriturismo e bed & breakfast, contribuendo ad accrescere lo stato di difficolta` nel quale si dibattono centinaia di aziende".

"Abbiamo apprezzato il primo, sia pur timido segnale, che la legge di stabilità ha dato, intervenendo sulla deducibilità dell`IMU per gli immobili strumentali - ha affermato Bocca-. Confidiamo che analoghi segnali positivi possano pervenire in merito alla nuova tassa sui rifiuti e sui servizi, tenendo conto del fatto che gli alberghi hanno una bassa produzione di rifiuti ed in merito alle deduzioni Irap, che chiediamo vengano estese anche ai lavoratori stagionali del settore turismo". 

"Al contempo le parole pronunciate due giorni or sono dal Ministro dell`Economia, Fabrizio Saccomanni, sulla riduzione del limite per le spese in contanti, ci preoccupano in quanto una simile misura rischierebbe di danneggiare sia la clientela italiana sia soprattutto quella estera abituata a pagare cash qualsiasi acquisto di beni e servizi con  limiti ben più ampi nel resto dei Paesi del Vecchio Continente".  

"Per dare valore al turismo, occorre intervenire sulla qualità dell`offerta, sostenendo con il credito d`imposta gli investimenti diretti alla riqualificazione delle strutture ricettive ed assegnare all`Enit risorse adeguate per promuovere l`offerta turistica italiana.  "L`invito che pertanto rivolgiamo al Parlamento ed al Governo -ha concluso Bocca- è per una attenta riflessione ed un opportuno coinvolgimento delle categorie su quanto si sta progettando, affinché non si partorisca un banale topolino che affossi e porti ad un definitivo declino il settore, bensì un leone ruggente in grado di accrescere realmente l`occupazione e l`economia turistica del Bel Paese".

Condividi questa pagina: 
Immagine

Seguici su

         

Io acquisto sotto casa

Emergenza Coronavirus

Sistema Confcommercio Cosenza

 

 

Orari di apertura

I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì:
   - Mattina: 8:30 - 13:00
   - Pomeriggio: 15:00 - 18:30