Domenica, 6 Dicembre 2020

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Consegna a domicilio e asporto per la ristorazione nelle zone rosse

6 novembre 2020   

Con il DPCM 3 novembre 2020 che istituisce la zona rossa in Calabria, sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale a condizione che vengano rispettati i protocolli o le linee guida diretti a prevenire o contenere il contagio.

Ma resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l`attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

È VIETATO IL CONSUMO ALL’INTERNO DEL LOCALE

La consegna a domicilio e l’asporto sono servizi da sempre consentiti alla ristorazione e per i quali non è previsto un autonomo titolo abilitativo o SCIA né dalla normativa nazionale né, generalmente, dalle singole leggi regionali. Tra l’altro, dal punto di vista della notifica sanitaria ex art. 6 del Regolamento EU n. 852/2004, non sono richiesti specifici ulteriori adempimenti, essendo ricompreso tale servizio nell’attività di ristorazione già abilitata.

Per gestire autonomamente il servizio di consegna a domicilio e asporto, però, devono essere assicurati il rispetto dei protocolli igienico-sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto.

Il consiglio quindi è quello di rivolgersi ad un professionista, nel caso non sia già stato fatto durante il lockdown di marzo, per aggiornare il manuale di HACCP.

Si segnala, inoltre, che l’attività di consegna a domicilio è da ricomprendere fra le esigenze lavorative che permettono di derogare alle restrizioni circa gli spostamenti delle persone (previste dal DPCM): a tal proposito, in fase di trasporto, chi effettuerà materialmente la consegna – oltre a portare con sé lo scontrino fiscale recante il prezzo del prodotto – è consigliabile che porti con sé l’autocertificazione, dichiarando che lo spostamento è dovuto a ragioni lavorative.

Infine, segnaliamo un importante chiarimento fatto dalla Regione Calabria in materia di delivery per le attività di somministrazione di alimenti e bevande, le quali possono continuare ad effettuare tale attività senza bisogno di adempimenti ulteriori, trattandosi di servizio accessorio. Leggi la Nota_Regione_Calabria.

Condividi questa pagina: 
Immagine

Seguici su

         

Io acquisto sotto casa

Emergenza Coronavirus

Sistema Confcommercio Cosenza

 

 

Orari di apertura

I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì:
   - Mattina: 8:30 - 13:00
   - Pomeriggio: 15:00 - 18:30